Oh Sublime

Pubblicato: 20 novembre 2011 in attrice

Oh, sublime coglione,

perché quando diventa verde tu non vuoi partire o per strada smetti improvvisamente di marciare

e dove già c’è una panchina tu proprio lì vuoi parcheggiare…ma certo, scusa, sei al cellulare…

oh, sublime coglione,

perché in autostrada la corsia di mezzo non vuoi proprio abbandonare,ma mai gli ottanta vuoi superare!

Ma perché ne fai una questione personale, cos’ha questa corsia di così speciale? Spostati. Non devi farne un dramma, non è come violentarti la mamma.

oh, sublime coglione,

oh, ardimentosa creatura, perché in autostrada il tuo dito mai non riposa, di aiutarti, credi, sarei desiderosa,

ma dove, dove posso andare? Tu, il mio tubo di scappamento da vicino vuoi guardare,e a me, ti assicuro fa piacere,del resto, anche se non fosse, non mi posso proprio spostare…A sinistra ho il gard rail, coi suoi oleandri a far festa, una fila d’auto davanti e serpentoni di camion a destra.Forse mi potrei dematerializzare? O forse, per farti piacere, mi potrei mettere a volare…Ma perché, perchè il tuo dito non smette mai di sfarettare,dove, dove dovrei andare, secondo te?

O sublime coglione, fattene una ragione: sei in coda.

Oh, sublime coglione,

tu, che alla guida vuoi cambiare direzione, lo fai senza esitazione, senza alcuna anticipazione,lo fai improvvisamente, come un bisogno urgente, del resto sei un artista,chi, chi ti da del teppista,vorrebbero che tu mettessi la freccia, andiamo, è più bella la sorpresa, più fantasiosa, più godereccia,L’indicatore di direzione è per chi non ha niente da fare,tu hai più classe, ti piace improvvisare,non scendi così in basso,ti piace cambiare improvvisamente traiettoria, come fanno le mosche, per poi andare dove? Sopra le merde.Saranno gagliarde?

Oh, sublime coglione,

le strisce pedonali non son decorazione, non son fatte per divertire,se qualcuno le occupa tu ti devi fermare,oddio è vero che sulle strisce pedonali, beh, non si può pernottare,e velocemente le si dovrebbe liberare,ma ti devi arrendere, il pedone non me lo puoi seccare, me lo devi lasciar passare,dai, su, sii buono,schiaccia quel pedale del freno,vedrai, non sarai meno uomo,sarai soltanto meno scemo.

Annunci

I commenti sono chiusi.