Fiabe

Pubblicato: 20 novembre 2011 in attrice

SFIGATA…CENERENTOLA era una poveraccia, dai diciamocelo,una bambina non può avere come modello una sfigata simile, come cresce.

Cenerentola era circondata da stronze da cui non sapeva difendersi, la matrigna e le sorellastre, la Walt Disney le fornisce una fata a ore, come una colf, lei era pagata fino alla mezzanotte, dopo la Walt Disney non voleva sentirne parlare di pagarle gli straordinari e questa giustamente smonta, ma nonostante questo lei riesce a sposarsi il principe, ma perchè era una ganza lei, perchè quello che le cronache non hanno tramandato è che Cenerentola quando s‘è sposata aveva 46 anni e prima s’ è fatta una culo spaventoso, poveraccia.

Ma poi la Walt Disney sapeva che quella era l’unica serata di divertimento per lei, mica le dicono: te, pora stela, divertiti, mangia, bevi, balla col principe…SCOPATELO se puoi.

Mica le danno dei preservativi, un vestito comodo per ballare…,eh no…troppo facile…quel genio della costumista della Disney cosa ti inanella… LA SCARPINA DI CRISTALLO.

Che poi il problema delle scarpine di cristallo non è quello che ti si sfilino ma semmai è che se il principe ti da un pestone ti ritrovi con l’alluce pieno di schegge.

Biancaneve…scema ma affascinante, è scema perchè una che ha per madre, o matrigna che sia, una che tenta di ammazzarla…e non si accontenta di saperla morta…no, vuole le prove: il cuore in mano del cacciatore.

Cioè, secondo lei, il cacciatore doveva andare nel bosco, ammazzarla, scuoiarla, tirar fuori il cuore e portarglielo indietro. Al confronto Pacciani era un boy-scout.

Dicevamo che se una sa che ha per madre un serial-killer, minimo sta all’occhio, io mi sarei trasferita in Costa d’Avorio…ma senza arrivare a tanto,guardati le spalle almeno…se nel bosco per otto mesi non vedi altro che scoiattoli e nani, nani e scoiattoli, quando ti si presenta una vecchia, con una faccia tutt’altro che rassicurante…con delle mele…ma non ti viene qualche dubbio…ci siamo giocati il paradiso per delle mele, possibile che la storia non t’abbia insegnato nulla?

Ma dai, non è normale ‘sta qui: anzichè far cantare gli uccellini, perchè non pensi a salvarti la pelle, oca!

Quindi anche Biancaneve fu depennata

BRONTOLO.

Ma sì, lui ha delle reazioni normali: perchè sette nani…COSTRETTI A VIVERE NEL BOSCO…scrivo “costretti” perchè io non ci credo che  ci siano andati di loro spontanea volontà, è chiaro che qualcuno li ha costretti a vivere lì.

Immaginatevi la scena: i setti nani sono in cortile e si annoiano, poveretti, in città hanno chiuso le sale giochi, al cinema sempre le stesse cose…e loro lì ad ammuffire, poi a uno dei sette viene l’ideona:-oh, ragazzi perchè non andiamo a vivere nel bosco, da soli, a cavar pietre, viviamo in una catapecchia senza riscaldamento, e ci nutriamo di muschi e licheni, eh, cosa ne dite, non è una figata?

Dai, non ci crede nessuno, è chiaro che qualcuno li ha costretti a vivere lì, sarà stato Fellini, forse, per avere il suo vivaio di nani, ma comunque la giri è chiaro che qualcuno li ha costretti a vivere lì.

E Brontolo era già incazzato per questo, e non gli si può certo dare torto!

Allora ricapitoliamo, SETTE NANI…COSTRETTI A VIVERE NEL BOSC0…DA…SO-LI…e non oso immaginare quello che può essere successo tra di loro…altro che AHIO’,AHIO’!

vivono da soli in un bosco…e non vedono una donna da 13 anni e mezzo.

Arriva Biancaneve!

Credo che comunque in quelle condizioni anche se fosse arrivata la Werthmuller era uguale!

Comunque arriva lei, bella, coi piedi a posto, e s’infila direttamente nei loro letti… TUTTI…eh beh, se non è provocazione questa!

E Brontolo giustamente si prepara, si lava i denti, si profuma, si pettina la barba…ma quel rompicoglioni di Dotto gli dice:-ALT! FERMO! Biancaneve non si tocca!…sublima: impara a fischiettar!

Annunci

I commenti sono chiusi.